Lo studio delle armi

                                  BO – Bastone lungo

Originariboamente era il bastone che si appoggiava orizzontalmente sulle spalle per portare pesi, secchi d’acqua o altro. Vi sono vari tipi di BO, quello più diffuso è il “maru bo” (a sezione circolare), che, nella versione di Okinawa, ha le estremità leggermente coniche. La sua lunghezza deve essere proporzionale (leggermente superiore), all’altezza di chi lo usa. La misura standard dei bastoni comunemente in commercio è di 181,8 cm (Rokushaku: 1 SHAKU = 30,3 cm).

                                  TONFA – Bastone corto con manico

tonfaIl Tonfa è un bastone corto, su cui è infisso perpendicolarmente, a circa tre/quarti della lunghezza un manico che serve da impugnatura; la sua lunghezza, tenuto nell’impugnatura deve essere proporzionale a quella dell’avambraccio. E’ derivato da un attrezzo agricolo che serviva per fare buchi per terra per seminare, oppure dal manico di un mortaio girevole. Normalmente ne vengono adoperati due, uno per mano.

 

SAI – Asta di ferro con elsa sai

Il Sai è un’ asta di ferro di forma conica, separato dalla impugnatura da un elsa a forma di “U”, con le estremità slargate; la sua lunghezza deve essere proporzionale a quella dell’avambraccio. E’ un oggetto di origini molto antiche, con diverse varianti in numerosi paesi del sud-est asiatico. La versione più credibile lo fa risalire ad una evoluzione della spada di Indra, divinità indiana; a Okinawa veniva usato dai poliziotti. Normalmente vengono adoperati due SAI, uno per mano.

 

NUNCHAKUnunchaku – Due bastoni corti legati tra loro

Il Nunchaku è composto da due bastoni, legati tra loro tramite una corda, o una catena, fissata nelle estremità superiori; i due bastoni possono essere a sezione tonda di origine cinese, o ottagonale tipica di Okinawa. Deriva da un attrezzo agricolo per battere il riso, oppure dal morso dei cavalli.

                        

                                KAMA – FALCETTI

Il kama derivakama dai falcetti utilizzati a Okinawa per mietere. Le tecniche di kama riprendono i movimenti circolari usati nei campi, ma se affilato questo attrezzo può facilmente tagliare una mano o un ginocchio. Alcune versioni dei kama possiedono una corda all’estremità del manico.

I commenti sono disattivati